#Roberto, l’energico

Non fatevi ingannare dall’espressione calma che mostra in fotografia: Roberto è una forza della natura, con una personalità forte che ci ha travolto (positivamente!) dall’inizio alla fine dell’intervista. Ex impiegato di banca, 64 anni, di Martellago (VE), Roberto si definisce “felicemente pensionato” con l’hobby delle camminate, dello yoga e del cinema. Inoltre, ci confida di essersi interessato al Club Innovatori Sanità km zero perché si sente “in debito con il servizio sanitario”, da quando ad inizio anni ‘90 ha risolto una situazione personale di salute delicata.

La ragione principale per cui si è iscritto al Club è però un’altra: “Io sono sempre stato per la ‘digitalizzazione spinta’, non solo in sanità ma anche in altri settori”. Basti pensare che si è creato autonomamente un archivio digitale delle sue cartelle cliniche, per avere tutto a portata di mano e in ordine, ovunque e in qualsiasi momento. Un socio come lui non può quindi che essere impaziente di contribuire a realizzare nuovi servizi sanitari digitali: “Da questo punto di vista – afferma – sono un abitudinario: meno passaggi complicati devo fare e più velocemente posso completarli, meglio è”.

Roberto è prodigo di consigli anche in fatto di organizzazione dell’attività del Club: “Al di là della volontà di partecipare, credo che sia molto utile differenziare i ‘target’ di soci da coinvolgere di volta in volta nei test, scegliendo persone di età, formazione, provenienza diverse per valutare ad esempio il livello di usabilità di un servizio rispetto a varie tipologie di utenti”.

Insomma, nei minuti passati insieme Roberto non si è risparmiato… anzi, ci ha piacevolmente colpito con la sua indole appassionata e l’energia – positiva e propositiva – che mette in campo, si tratti di partecipare a un test o di raccontarsi in un’intervista!

Tutte le interviste

Michela | Roberto | Nadia | Pietro | Lauro
Post di presentazione
Questo post appartiene a:
  Club innovatori - Contenuti speciali