App Sanità km zero Ricette: ora è disponibile in tutta la Regione!

A fine settembre abbiamo rilasciato l’ultima versione dell’app Sanità km zero… che è diventa Sanità km zero Ricette! E da oggi tutti i cittadini del Veneto potranno finalmente utilizzarla.

Non si tratta solamente di una nuova veste grafica e di un nuovo nome: ora l’app Sanità km zero (Ricette) è meglio riconoscibile, meglio identificabile e più completa in tutti i suoi aspetti, pronta per essere diffusa su tutta la Regione del Veneto.
Ma facciamo un passo alla volta e vediamo come funziona il servizio.
Da oggi, rivolgendosi al proprio medico di medicina generale – se già attivato – è possibile rilasciare il consenso all’apertura del Fascicolo Sanitario Elettronico regionale, primo step per entrare nell’ecosistema dei servizi Sanità km zero, in continua evoluzione. È possibile attivare il Fascicolo per sé, per i propri figli minori, o per una persona di cui si è tutori legali: sono più di 670mila i cittadini che lo hanno già fatto.
Insieme al proprio consenso è fondamentale rilasciare anche una e-mail e un numero di cellulare su cui si riceveranno importanti comunicazioni per creare le proprie credenziali di accesso: è semplice, basta seguire le istruzioni!
Una volta completata la procedura si può scaricare Sanità km zero Ricette ed entrare con le credenziali appena create. A partire da questa versione, inoltre, è possibile accedere oltre che con credenziali Sanità km zero, anche con SPID, come previsto dalla normativa secondo la quale i servizi digitali della Pubblica Amministrazione devono essere accessibili tramite questo tipo di identità digitale.

Cosa ti permette di fare l’app?

Come ricorderete, l’app permette principalmente di gestire le proprie prescrizioni farmaceutiche, particolarmente utile a coloro che hanno farmaci continuativi, chiedendone il rinnovo direttamente al medico (secondo modalità con lui concordate) e potendo andare in farmacia senza passare a ritirare il promemoria cartaceo. Una bella comodità, no? Non solo: ora è possibile gestire i propri consensi al Fascicolo Sanitario Elettronico regionale direttamente dall’applicazione. Alla voce di menu “Il mio profilo”, infatti, c’è una nuova sezione denominata “Gestione consensi”, che permette di visualizzare lo stato dei propri consensi e modificare le proprie scelte in qualsiasi momento. Per gli utenti che non avessero già rilasciato i consensi ma fossero in possesso di credenziali SPID sarà possibile rilasciare autonomamente i consensi al Fascicolo una volta effettuato l’accesso.
Non solo ricette farmaceutiche: il Fascicolo Sanitario Elettronico regionale è l’insieme dei dati e dei documenti digitali che riguardano la tua salute, prodotti in occasione di eventi sanitari e sociosanitari presenti e passati (come, ad esempio, i risultati degli esami, verbali di pronto soccorso, etc.).

Oltre ad essere il nucleo da cui prendono vita i servizi Sanità km zero, è una soluzione utile per migliorare la gestione della salute che, in futuro, permetterà alle persone di avere a disposizione la propria storia clinica sempre ovunque e, se si desidera, di metterla a disposizione anche dei professionisti della salute per il solo tempo necessario a completare il percorso di cura.
Ad oggi sono quasi 100mila gli assistiti della Regione del Veneto che, dopo aver attivato il proprio Fascicolo, hanno scaricato e stanno già utilizzando l’app Sanità km zero Ricette, risparmiando tempo e risorse preziose. Questo grazie anche al tuo importante contributo!

Ti ricordiamo che, dopo aver attivato il Fascicolo Sanitario Elettronico regionale, puoi ottenere l’app gratuitamente dagli store di Android e iOs.

2018-11-12T12:14:12+00:00 19/10/2018|19 Commenti

19 Commenti

  1. Pietro 19/10/2018 at 19:13 - Reply

    Visto che i medici vedono già la nostra situazione (esami impegnative e altro) spero che a breve siano disponibili anche a noi.

    • Consorzio Arsenal.IT 22/10/2018 at 9:45 - Reply

      Caro socio, stiamo lavorando a un progetto proprio in questo senso: sarete i primi ad essere aggiornati quando sarà il momento di diffondere il nuovo servizio a livello regionale!

  2. Roberto 19/10/2018 at 23:39 - Reply

    Peccato che il mio medico non ci sente e quindi non posso attivarla

  3. Manuel 20/10/2018 at 16:15 - Reply

    Quando sarà possibile visualizzare gli esami on line e in più avete pensato ad una collaborazione con AVIS per visualizzare anche gli esami fatti in occasione delle donazioni di sangue

    • Consorzio Arsenal.IT 22/10/2018 at 9:47 - Reply

      Caro socio, stiamo lavorando a un progetto proprio in tal senso (per quanto riguarda la prima parte del tuo commento). Sulla collaborazione con AVIS, grazie per l’idea: ottimo spunto!

  4. michele 23/10/2018 at 20:36 - Reply

    Se i medici non permettono la fruizione di queste procedure perchè le ignorano o non sono in grado di facilitarle o non vengono obbligati a farlo, noi non potremo avere il beneficio del servizio che certamente sarà molto più efficiente di oggi. Ad esempio chi prende medicinali in modo sistematico eviterebbe di doversi recare nello studio medico ogni 14 giorni per ottenere il “promemoria cartaceo” da utilizzare in farmacia ed ottenere i farmaci (comunque col pagamento di un sostanzioso ticket) oltre a poter avere sempre sotto controllo il proprio fascicolo sanitario. Chiaramente va posta una particolare attenzione ai pazienti che non hanno dimestichezza con le app e con le procedure informatizzate.

    • Consorzio Arsenal.IT 25/10/2018 at 13:01 - Reply

      Caro socio,
      comprendiamo benissimo le tue osservazioni. Già oggi comunque, e ancor più da novembre, molti medici di medicina generale dovrebbero aver aderito al progetto contribuendo così alla sua diffusione su scala regionale.
      Inoltre, grazie alla possibilità di accedere all’app con credenziali SPID, chi fosse in possesso di tali credenziali può accedere e rilasciare autonomamente i consensi al Fascicolo direttamente tramite l’app, usufruendo così fin da subito del servizio Sanità km zero Ricette.
      Infine, vogliamo rassicurarti anche sul tema dei cittadini meno “digitali”: l’app Sanità km zero Ricette è un servizio utile, ma non l’unica modalità per eliminare il promemoria cartaceo messa a disposizione dal Fascicolo Sanitario Elettronico regionale: chi infatti ha attivato il proprio Fascicolo può, anche senza app, recarsi direttamente in farmacia a ritirare i farmaci prescritti presentando la sola tessera sanitaria.

  5. Monica 26/10/2018 at 16:11 - Reply

    Nel caso di minore, è il genitore o tutore che può attivare il servizio? Per farlo deve usare il codice fiscale del minore o il proprio?

    • Consorzio Arsenal.IT 26/10/2018 at 16:17 - Reply

      Cara socia,
      è proprio come dici tu: il consenso all’attivazione del Fascicolo Sanitario Elettronico regionale, per un minorenne o per una persona posta sotto tutela legale, deve essere espresso dal genitore/tutore.
      Inoltre, è sempre il genitore/tutore che dovrà impostare le proprie credenziali (quindi associate al proprio codice fiscale) per poter accedere ai servizi Sanità km zero. Precisiamo che al momento l’app non consente di gestire profili di minorenni o tutelati, ma a breve (entro fine novembre) ciò sarà possibile, in questo modo: il genitore/tutore, accedendo all’app con le proprie credenziali personali (quindi con il proprio codice fiscale e la password impostata), troverà oltre al proprio profilo anche i “profili collegati” al suo, quelli appunto dei figli/tutelati per i quali ha rilasciato il consenso all’attivazione del Fascicolo.
      Cordiali saluti

  6. Elena 10/11/2018 at 0:05 - Reply

    Buona sera, ho dato alla pediatra il mio codice fiscale il numero di cellulare e la email. Mi sono arrivate le mail per l’apertura lascicolo delle mie bimbe. Ho scaricato l’app, ho inserito il mio codice fiscale e creato una password ma vedo solo il mio medico e le mie ricette. Non vedo nulla che riguarda le mie due bambine. Ho sbagliato qualcosa?
    Grazie

    • Consorzio Arsenal.IT 12/11/2018 at 10:02 - Reply

      Cara socia, hai agito correttamente: al momento, l’app consente di gestire unicamente profili di utenti maggiorenni, ma abbiamo una buona notizia per te! Entro, probabilmente, la fine dell’anno, verrà rilasciata una versione dell’app che ti consentirà, accedendo sempre con le tue credenziali, di gestire sia il tuo profilo che quello delle tue figlie. Terremo aggiornati i soci del Club sugli sviluppi. Infine, vogliamo comunque ricordarti che, avendo tu attivato il Fascicolo per le bimbe, puoi ritirare i loro farmaci direttamente in farmacia senza più bisogno del promemoria cartaceo: ti basterà presentare la loro tessera sanitaria.

  7. Sante 15/11/2018 at 9:11 - Reply

    Buongiorno, con il mio medico ho attivato il fascicolo comunicando il n. telefono ed e-mail, sono in possesso anche di credenziali SPID ma purtroppo non esiste l’app per i cellulari Windows phone (possiedo un Microsoft lumia 650) e quindi sono tagliato fuori. Mi chiedo: perché non rendere possibile l’accesso anche tramite internet e quindi dal computer di casa?
    Grazie

    • Consorzio Arsenal.IT 15/11/2018 at 9:46 - Reply

      Caro socio,

      innanzitutto grazie per aver attivato il tuo Fascicolo Sanitario Elettronico e per aver deciso di condividere la tua opinione con noi. Devi sapere che nel 2019 sarà reso disponibile a livello regionale un portale web (utilizzabile quindi sia da PC che da dispositivo mobile) per l’accesso ai propri dati sanitari. Accogliamo con piacere il tuo consiglio di integrare tale futuro servizio Sanità km zero con le prescrizioni farmaceutiche, ne valuteremo la fattibilità senz’altro!

      Cordiali saluti

  8. stefania 04/12/2018 at 16:02 - Reply

    Buonasera
    ho appena attivato il fascicolo per mia madre, che non dispone di smartphone e non saprebbe nemmeno utilizzarlo, cosa si può fare? Mi chiedo inoltre se l’app è a pagamento e qual’è il costo per scaricarla. Grazie.

    • Consorzio Arsenal.IT 04/12/2018 at 16:19 - Reply

      Cara socia,
      innanzitutto ti rassicuriamo sul fatto che l’app Sanità km zero Ricette è completamente gratuita: non devi pagare nulla per scaricarla né tantomeno per utilizzarla.
      Secondariamente, anche senza l’app tua madre può comunque usufruire del principale servizio correlato al Fascicolo Sanitario Elettronico regionale: d’ora in poi, non dovrà più recarsi presso lo studio del medico a ritirare il promemoria cartaceo delle ricette farmaceutiche, ma potrà ritirare i farmaci direttamente in farmacia presentando solamente la tessera sanitaria. Se comunque è interessata agli ulteriori vantaggi offerti dall’app (possibilità di chiedere tramite app il rinnovo di una prescrizione per farmaci già acquistati in passato), nulla toglie che possa essere tu a scaricare sul tuo dispositivo l’applicazione; tua madre potrà accedervi (magari con il tuo aiuto) con le sue credenziali e usufruire così completamente dei vantaggi legati al Fascicolo Sanitario Elettronico regionale!
      Cordiali saluti

  9. gasm 04/12/2018 at 20:48 - Reply

    Buona sera, ho dato alla pediatra il consenso. Mi sono arrivate le mail per l’apertura lascicolo delle mie bimbe. Ho scaricato l’app, ho inserito il mio codice fiscale e creato una password ma vedo il mio medico pero ho dimenticato il password e volevo impostarlo inserindo il mio c.fiscale e il mio e-mail , e purtroppo mi dica che il codice fiscale non è valido !!!!!!!

    • Consorzio Arsenal.IT 06/12/2018 at 9:26 - Reply

      Cara socia, nell’app non vedi ancora i profili delle tue figlie perché tale funzionalità sarà implementata con il prossimo aggiornamento dell’applicazione (previsto in questi giorni). Per i problemi da te riscontrati nella richiesta di una nuova password, ti invitiamo a scrivere all’assistenza regionale dedicata all’indirizzo fser.supporto@regione.veneto.it
      Cordiali salut

  10. Fabio 06/12/2018 at 9:16 - Reply

    Il medico ha spedito notifiche per farmaci ma non mi sono arrivati sulla applicazione,come fare?

    • Consorzio Arsenal.IT 06/12/2018 at 9:27 - Reply

      Caro socio,
      può darsi che la notifica in app fosse in ritardo (dovuto magari a un temporaneo disservizio), ma se il medico ti ha confermato di aver creato la ricetta puoi recarti in farmacia presentando la tessera sanitaria e ritirare i farmaci senza problemi!
      Cordiali saluti

Commenta l’articolo