Rinnoviamo insieme sanitakmzero.it

Che ne pensate di sanitakmzero.it? Ve lo abbiamo chiesto perché abbiamo sempre bisogno di rinnovarci e, ovviamente, non lo possiamo fare bene senza il vostro prezioso aiuto.

È vero, abbiamo impiegato un po’ di tempo per rielaborare i risultati delle risposte al questionario che avete compilato, ma gli spunti erano davvero numerosi, eterogenei e molto interessanti e, man mano, abbiamo preso appunti per plasmare il nuovo sito anche secondo i vostri suggerimenti.
Vediamo un po’ di numeri e statistiche sulle risposte che ci avete fornito!

Per cominciare, ben 118 soci hanno risposto alla nostra “richiesta di aiuto”, compilando la survey in ogni sua parte e dimostrando un particolare interesse nelle domande “a risposta aperta”, che lasciavano liberi di esprimersi con sui diversi temi toccati dal questionario.
La prima cosa che abbiamo notato ci ha fatto molto piacere: il 65% di voi ha infatti visitato il sito sanitakmzero.it anche al di là della sola sezione riservata al Club Innovatori. Si può dire, dunque, che vi siate fatti un’idea di cosa sia la Sanità km zero nel suo complesso? Dalle vostre risposte sembra proprio di sì: il concetto di “Sanità km zero” viene associato al Fascicolo Sanitario Elettronico regionale, all’app, all’insieme dei servizi digitali e all’insieme di attività di disegno partecipato dei servizi. Un qualche merito vogliamo riconoscerlo anche all’attività di comunicazione condotta verso i soci del Club, che sembra essersi dimostrata efficace; d’altra parte, tenere insieme tutti questi aspetti sotto un unico nome, in maniera coerente e senza fare confusione, è una sfida che speriamo di vincere anche grazie a voi!

Passiamo ora ai contenuti del sito sanitakmzero.it: quanti di voi vorrebbero avere a disposizione materiali (articoli, video, immagini, infografiche, etc.) da condividere con amici e conoscenti per promuovere i servizi sanitari digitali della Regione del Veneto?

A quanto pare molti: il 61% dei rispondenti ha dimostrato interesse a riguardo.
Ancor più significativa la percentuale dei soci che desidererebbe disporre di materiali per approfondire il metodo di co-progettazione dei servizi (ovvero l’approccio adottato dallo stesso Club): qui siamo quasi a un plebiscito, oltre il 90%, a dimostrazione del fatto che i veri Innovatori non vogliono mai smettere di imparare cose nuove!
Il nostro intento a questo punto è di rendere sanitakmzero.it, nella sua veste rinnovata alla quale stiamo già lavorando, sempre più ricco di contenuti che vengano incontro agli interessi dei soci (e di ogni altro utente).

Infine, non dimentichiamo che il questionario affrontava anche aspetti legati all’attività di comunicazione con il Club – e non poteva essere altrimenti: il Club siete voi, perciò vogliamo raccogliere quanti più feedback possibili!

Le comunicazioni che vi inviamo, ad esempio, sono in un numero adeguato, oppure troppe, o troppo poche?

Secondo il 78% dei rispondenti la frequenza con la quale vi scriviamo è ideale; fa piacere trovare conferma a quanto ci avevano detto alcuni soci che abbiamo intervistato la scorsa primavera.
Non c’è però solo la quantità delle comunicazioni: come giudicate la loro qualità? Le modalità con cui vi riportiamo i risultati delle attività svolte dal Club vi soddisfano? Anche qui la risposta è positiva (più dell’89%), ma a colpirci sono state le vostre argomentazioni a supporto. Molti di voi hanno posto l’accento sul fatto che il modo in cui vi informiamo su quanto fatto insieme li fa sentire coinvolti; altri hanno evidenziato come le comunicazioni siano utili, chiare e puntuali. Certo, c’è anche chi tra i soci esprime scontento: vorrebbe riscontri più approfonditi e dettagliati, vorrebbe essere contattato più spesso, addirittura suggerisce modalità più interattive (ad es. una chat) per poter seguire le attività step by step ed essere aggiornato in tempo reale, non solo a conclusione del percorso. Che dire… l’ennesima prova di quanto impegno siete disposti a mettere nella vostra “missione” di Innovatori della sanità digitale!

Lo stesso impegno che cercheremo di investire per avvicinare quanto più possibile il Club Innovatori “reale” a quello da voi già “immaginato” per il futuro; un lavoro che faremo, come sempre, insieme a voi.

Grazie per l’aiuto che ci avete voluto dare, ora potete visitare la prima versione di sanitakmzero.it che abbiamo già messo online! Che ne pensate? Ditecelo nei commenti a questa news!

2018-11-12T12:14:42+00:00 21/09/2018|11 Commenti

11 Commenti

  1. Paolo 24/09/2018 at 13:06 - Reply

    Per il sottoscritto tutto OK.Oltre per le medicine.posso vedere lL’ospedale da rivolgermi in caso di peonto soccorso.Dove vi sono più o meno persone che aspettano.

    • Consorzio Arsenal.IT 25/09/2018 at 9:40 - Reply

      Caro socio, solo una precisazione utile a chi ci legge. Molto probabilmente fai riferimento a due servizi distinti: l’app Sanità km zero Ricette (per gestire le prescrizioni farmaceutiche) e l’app Info Pronto Soccorso (per conoscere la situazione dei diversi PS sul territorio regionale). Quest’ultima è sempre una applicazione di Regione del Veneto, non correlata però al Fascicolo Sanitario Elettronico regionale come è invece per Sanità km zero Ricette.
      Cordiali saluti

  2. sergio 24/09/2018 at 18:21 - Reply

    Speravo di trovare i suggerimenti dei singoli aderenti del club sanitakm0 in maniera di non ripetersi.
    Questo porterebbe a valutare i suggerimenti arrivati implementandoli ed a concentrarci su altri finora non presi in considerazione.

  3. GIOVANNI 24/09/2018 at 22:28 - Reply

    Buongiorno, le informazioni riguardanti la progressione del progetto, che puntualmente e costantemente ci fornite, sono molto chiare e complete. Grazie. Mi sembra di aver notato dai risultati delle risposte che non tutti i componenti del club abbiano ben chiaro cosa offre, per ora, l’app Sanità a km zero.
    Continuate con la richiesta di suggerimenti e commenti a sollecitarci di fornirvi le risposte in modo da essere, noi, sempre più partecipi e quindi con la possibilità di avere una conoscenza sempre più precisa e reale.

  4. MariaPia 25/09/2018 at 14:11 - Reply

    Avete fatto un grande lavoro che semplifica la vita del cittadino in modo chiaro.Vi devo chiedere una informazione,come mai molti medici non sono a conoscenza di come funziona la procedura?Sono Stati debitamente informati da chi è preposto a farlo?Un caro saluto

    • Consorzio Arsenal.IT 28/09/2018 at 17:04 - Reply

      Cara socia, grazie per i complimenti, che estendiamo a tutto il Club Innovatori te compresa!
      Per rispondere alla tua domanda: essendo l’adesione dei singoli medici su base volontaria, quelli tra loro non interessati a partecipare al progetto hanno avuto facoltà di non aderire. A partire da ottobre, comunque, si prevede che la quasi totalità dei medici prenda parte al progetto e raccolga quindi i consensi al Fascicolo Sanitario Elettronico regionale. In ogni caso, per informazioni a riguardo puoi sempre fare riferimento all’Ufficio Relazioni con il Pubblico della tua ULSS di appartenenza.
      Cordiali saluti

  5. Guglielmo 30/09/2018 at 15:29 - Reply

    Ho notato che comunque molte farmacie pur avendo la prescrizione medica trasmette tramite App. continuano a stampare la ricetta per poi applicare la fustella del medicinale, ma se tutto questo lavoro e stato concepito per dematerializzare la carta come mai i farmacisti continuano a stampare la ricetta?
    Riusciremo mai a sradicare certe abitudini?

    • Consorzio Arsenal.IT 01/10/2018 at 9:28 - Reply

      Caro socio, in effetti ci è noto che molte farmacie utilizzano tale metodo; in ogni caso, tutte le farmacie sono state formate all’utilizzo di uno strumento idoneo (foglio di registro) per applicare le fustelle senza rendere necessario stampare la ricetta. Speriamo che, con il tempo e con il crescere degli utenti Sanità km zero che si presentano senza promemoria, si diffonda anche il nuovo metodo messo a disposizione delle farmacie!
      Cordiali saluti

  6. Giancarlo 11/10/2018 at 13:57 - Reply

    Io sarei sull’avere del materiale per fare incontri divulgativi e fomativi a quanti vogliono conoscere ed usare il servizio.

  7. maurizio 01/12/2018 at 11:59 - Reply

    CONFERMO la giusta causa di tale SERVIZIO,molto utile e necessario in questi anni di difficile rapporto tra pubblico e enti-pubblici per la salvaguardia della salute Pubblica.Maurizio.Vanzetti

    • Consorzio Arsenal.IT 06/12/2018 at 13:30 - Reply

      Caro socio, grazie per aver riconosciuto l’utilità delle nostre soluzioni. Ci auguriamo di poter fare sempre meglio per ridurre le distanze con i cittadini. Buona Sanità km zero!

Commenta l’articolo